I Caseifici Agricoli della Provincia di Firenze

Ci avviciniamo alla festa dei Caseifici Agricoli: manca una settimana all’Open Day del 12 e 13 Settembre ed oggi voglio raccontarvi i Caseifici della Provincia di Firenze. Sono tre e sono ben raggiungibili in auto, distando non più di 30 minuti l’uno dall’altro, nel cuore della Toscana.

 

logo caseifici agricoli open day

Bacciotti

La Società Agraria Bacciotti si trova a Scarperia, sulle colline del Mugello. In Azienda sono allevate all’incirca 500 pecore da latte di razza Sarda, come da tradizione di questi magnifici luoghi.

La parola chiave in Azienda è biologico. Dal 2001 infatti è il metodo di agricoltura scelto e comprende anche la produzione diretta dei foraggi per l’alimentazione del pascolo, con conseguente beneficio per la Terra e per gli animali. Evitare prodotti chimici, curare il terreno, conoscere davvero quello che gli animali mangiano, sono tutti valori insostituibili per un caseificio green all’avanguardia.

E ne trae vantaggio anche il sapore dei formaggi prodotti. Il ciclo produttivo è infatti interamente gestito in Azienda, davvero a chilometro zero, a partire dal latte che viene lavorato a crudo. Ne nascono dei favolosi pecorini, con diverse stagionature, ma anche raveggiolo, ricotta, robiola, yogurt. Una nota di merito va al ruzzolone, un formaggio dal nome che farà sorridere (in Toscana usiamo spesso il termine ruzzolare per indicare una caduta).

Per saperne di più, la Società Agraria Bacciotti apre le porte sabato 12 e domenica 13 settembre. In occasione dell’Open Day dei Caseifici Agricoli ha organizzato una visita alle stalle, per conoscere le pecore e scoprire come vivono, una degustazione dei pecorini (e potete scoprire di più anche sul ruzzolone), e la domenica pomeriggio attività dedicate ai bambini!

Laiano

La Società Agricola Laiano vi aspetta invece a Barberino di Mugello, dove dal 1976 sono allevati ovini di razza Sarda e, dal 2014, Lacaune.

Nel podere si trovano anche molti altri animali: bovini, suini, pollame…insomma, mancano solo i due Lecorni! Il paesaggio è quello naturale del Mugello: incontaminato, suggestivo, che vi farà respirare a pieni polmoni e vi ispirerà con le sue emozioni viscerali. Il merito dei Sirigu, proprietari del podere, è proprio quello di aver curato questo ambiente senza sfruttarlo.

L’Azienda per essere davvero sostenibile, segue i ritmi della natura e questo comporta un importante lavoro, faticoso ma che rende i formaggi prodotti unici nel loro genere. Anche in questo caso la materia prima è esclusivamente il latte prodotto in Azienda, che viene utilizzata per fare pecorini, formaggi freschi, ricotta e yogurt. Tra i vari formaggi, come non assaggiare il pecorino fatto stagionare 3 mesi nelle fosse di tufo di Sogliano sul Rubicone?

In occasione dell’Open Day dei Caseifici Agricoli, l’Azienda propone visite guidate agli animali della fattoria, degustazione dei prodotti del podere, una dimostrazione di caseificazione. Per i più piccoli, alle ore 16:00 il corso “Piccoli casari per un giorno”, durante il quale realizzeranno una piccola forma di formaggio, e durante la giornata la possibilità di realizzare disegni con la lana di pecora e prodotti naturali. Per tutti invece il corso “Le api ed il miele” svolto in collaborazione con la Società Agricola Apisticamente.

Il Sasso

Nella frazione di San Cresci, a Borgo San Lorenzo, si trova l’Azienda Agricola il Sasso.

In questo caso si tratta di un’Azienda a conduzione familiare, giovane ma che ha ricevuto riconoscimenti importanti, come la menzione tra i migliori artigiani italiani che producono yogurt da parte del Gambero Rosso proprio nel 2020. L’inaugurazione del punto vendita aziendale è prevista in concomitanza con l’Open Day dei Caseifici Agricoli: una doppia festa!

Al Sasso si respira aria di famiglia. E’ una costante che non è legata al luogo quanto alla filosofia aziendale ed alla storia di questa impresa. Per quanto giovane, infatti, l’Azienda è alla sue terza generazione: i primi terreni furono acquistati a San Cresci nel Mugello negli anni ’60, dal nonno dell’attuale proprietario, arrivato dalla Sardegna dove la produzione del Pecorino è da sempre un’arte sopraffina. L’Azienda è col tempo cresciuta sino a diventare quella che è oggi, alla sua terza generazione. Quello che non si è mai perso è il senso di famiglia: che vi troviate davanti al banco dell’Azienda al mercato rionale piuttosto che al pascolo, vi sentirete comunque a casa. E non è raro vedere foto dei piccoli del gregge appena nati o i pastori maremmani al pascolo con le amiche pecore: è davvero come entrare in una grande famiglia.

Nell’Azienda sono allevate pecore di razza Sarda, suini Cinta Senese ed una decina di capre Saanen. Il latte viene trasformato direttamente in Azienda e sono prodotti pecorini, ricotta, formaggi a latte crudo, ed i già citati yogurt dal sapore unico ed inconfondibile.

Il programma per l’Open Day dei Caseifici Agricoli prevede per sabato 12 dalle 10:00 alle 19:00 la visita guidata al caseificio, che comprende un incontro con gli animali, e degustazione dei prodotti dell’azienda. Domenica 13 invece, si aggiunge alle 16:00 la dimostrazione di mungitura e caseificazione del formaggio “alla vecchia maniera” ed un laboratorio per bambini “crea la tua forma”.

Pecore Azienda Agricola Nieddu Giovannino San Casciano Val di Pesa caseificio

Come prenotare

Per consentire lo svolgimento della manifestazione in completa sicurezza, è necessario prenotare la propria visita al caseificio. Potete farlo sul sito dei Caseifici Agricoli (raggiungibile cliccando qui) compilando il form online. Oppure selezionando il caseificio (o i caseifici) di vostro interesse, ai contatti che trovate nella loro pagina dedicata.

Per leggere il resoconto della mia partecipazione alla scorsa edizione dei Caseifici Agricoli Open Day e per saperne di più: clicca qui!

 

 

Leave a Comment