laurea diritto alimentare giurisprudenza

Gli sbocchi professionali in ambito alimentare dopo giurisprudenza

Siamo arrivati alla conclusione del 2019!
Non vi annoierò parlandovi di buoni propositi e di bilanci, ma ho deciso di darvi qualche idea rispondendo alla domanda che ho ricevuto più spesso da quando ho scritto il post sulla mia tesi in diritto alimentare:

Come posso entrare nel mondo del lavoro dopo aver studiato diritto alimentare all’Università?

laurea diritto alimentare giurisprudenza

1) La prima strada è quella che io stesso ho seguito (ed ancora in corso): un master

In ambito giuridico quelli a me noti sono due. C’è il master di I livello in “Giurista e consulente della sicurezza alimentare” all’ Università di Bologna. Il master viene presentato ogni anno al SANA e prevede una parte teorica seguita da ben 500 ore di stage aziendale, sostituibili con uno project work nel caso in cui non si ha tempo, voglia o necessità di fare pratica.

C’è poi il “Master interuniversitario di II livello in Diritto alimentare (MIDAL)” promosso da Università degli studi Roma Tre, Università degli Studi della Tuscia. E’ un master che mira ad approfondire a livello teorico le conoscenze e le competenze in ambito di diritto alimentare, vantando professori di rilievo provenienti da tutta Italia, con uno stage finale di 150 ore.

Master affini possono riguardare l’ambiente, come quello dell’Università di Torino sulla “Sostenibilità socio-ambientale delle reti agroalimentari”; la cultura, come quello di I livello sulla “Cultura del cibo e del vino” dell’Università Ca’ Foscari di Venezia; l’economia e la comunicazione, come quello di I livello in “Food Quality Management and Communication” dell’Università di Pisa.

 

2) Fare la pratica in uno studio di agroalimentaristi

Se nella vita volete fare gli avvocati, sappiate che ci sono studi legali specializzati (tra le varie materie) in diritto alimentare. Ciò significa studiare tutto ciò che riguarda sia il diritto civile che il diritto penale, dato che il diritto alimentare è una materia “multisettoriale”.

Se siete di Pisa o avete studiato in questa splendida città di cui sono originario, non posso che menzionarvi lo studio “Lex Alimentaria”.

3) Approfondire il mondo del marketing…

Ci sono stage e master anche in questo settore specifico che riguarda sempre più specificamente il settore alimentare. In questo caso il diritto c’entra ben poco, ma allo stesso tempo è una via percorribile anche da chi ha uno studio giuridico alle spalle. Ovviamente dovrete dotarvi di una buona dose di creatività ed avere le idee chiare su come proporvi alle aziende.

 

4) …o il settore delle vendite

Personalmente a me non è mai interessato, ma ai vari incontri post lauream organizzati dall’Università era capitato che mi venisse proposto un percorso del genere. E sono sicuro che sarà stato proposto anche a voi se avete partecipato ad almeno un incontro del job meeting della vostra Università!

Si tratta di intraprendere un percorso come addetti alle vendite con possibilità di carriera. Aziende che promuovono questo genere di percorso sono ad esempio Lidl, Coop, Pam, e molte altre.

 

5) Contattare l’azienda del cuore

Se una azienda vi piace particolarmente, o avete già in mente un possibile percorso lavorativo – o una posizione che potreste ricoprire in una azienda – ma avete paura che vi manchi l’esperienza, non abbiate paura a scrivere direttamente alle aziende. Le posizioni per stage formativi sono previste in quasi ogni sezione del “lavora con noi” di ogni azienda!

Ricordatevi sempre: per lavorare in ambito alimentare, più che negli altri, serve una vera e propria passione per la materia prima. Non abbiate paura di sperimentare o di sporcarvi le mani, di fare cose che non avevate preventivato (dal degustare olio all’accarezzare una vacca da latte), di viaggiare ed avere la mente sempre aperta.

Ma soprattutto non dovete demordere perché entrare nel mondo del lavoro dopo aver studiato diritto alimentare all’Università è possibile!

Sperando che questa breve guida vi sia stata utile, vi auguro in anticipo un buon fine di questo 2019 ed un altrettanto buon inizio del 2020!

E per qualsiasi domanda…sono sempre a disposizione!

Leave a Comment