Supercarote viola, ed un dolce post Natale!

Ebbene si, dopo un mesetto in cui me ne sono successe di ogni colore, sono tornato. E non potevo che tornare con una notizia sconvolgente: sono stato invitato ad un aperitivo casereccio a base di pizze e focacce, con un intruso particolare…un pinzimonio a base di carote viola!

senza-titolo-2

Non so voi, ma per me era un’assoluta novità!

Mi piacciono le carote; le uso spesso come contorno, come spuntino o anche nei centrifugati! Ma non avevo mai visto le carote viola!

Bisogna ammetterlo, il colore è particolare e potrebbe risultare meno accattivante dell’arancione al cui siamo abituati, ma ha il suo perchè. A quanto pare il colore violaceo è dovuto dalla presenza degli antociani, che non sono un popolo sudamericano, ma un gruppo di pigmenti, quelli che in sostanza forniscono tutti i poteri antiossidanti che rendono le carote viola delle supercarote.

Ovviamente il giorno seguente sono andato di corsa al Supermercato (LargoBaleno curioso!), ed ho trovato, con tanto stupore, le carote viola.

Dato che uno dei miei poteri è quello di leggervi nella mente, risponderò alle domande che vorrete farmi.

Di cosa sanno?

Non posso dire che il sapore delle carote viola sia radicalmente diverso da quello delle “normali” carote (per fortuna). Altrimenti non si chiamerebbero carote. Sono più dolci, e le ho trovate un po’ meno croccanti, ma decisamente buone.

Quanto costano?

Il prezzo non è molto più alto delle carote “normali”. Io ho avuto anche la fortuna di trovarle scontate. Il prezzo dovrebbe essere di circa 1.40 euro al KG.

Fanno davvero bene?

Si. Il colore non è dato da un colorante, nè da una reazione chimica artificiale. Come i mirtilli e le more, è la presenza delle antocianine a dare la colorazione alle carote. Oltre ad avere tutte le proprietà delle carote “normali” (in percentuali diverse) hanno un beneficio in più: sono antiossidanti.

Oltre al pinzimonio…esiste una ricetta da LargoBaleno con le carote viola?

Ovviamente! Ed ho deciso di condividerla con voi oggi perchè come si suol dire…l’Epifania tutte le feste porta via! E dopo una serie infinita di dolci zuccherosi e pieni di calorie, è giusto che non smettiamo di mangiarli del tutto fino all’estate (almeno per la mia morale da LargoBaleno). Quindi voglio condividervi questa ricetta veloce e facilissima per un dolce che non sia pesante e pieno di calorie.

Insomma, non la classica carrot cake, ma una versione da supereroi che non vogliono abbandonare la tuta perchè troppo stretta, senza perdere il sorriso e la forza di superare il 2017!

Pelate e tagliate a pezzetti 300 grammi di carote viola e mettetele nel frullatore e tritatele finemente. Potete eventualmente utilizzare anche le carote arancioni, mischiandole. Aggiungete nel frullatore 3 uova e 180 grammi di zucchero, 100 ml di olio di semi e 300 grammi di farina 00, continuando a frullare.

Trasferite il composto in una terrina, ed aggiungete 100 grammi di farina di mandorle, una bustina di lievito vanigliato ed un aroma per dolci a vostro piacimento (io ho aggiunto un aroma alle mandorle, ma potete utilizzare quello all’arancia, al limone, ecc.) Io ho aggiunto anche qualche mandorla a pezzi, ma se non le avete il risultato sarà comunque buonissimo!

Olio e farina sullo stampo, e dopo avervi versato il composto…in forno ai consueti 180 gradi per una mezz’ora abbondante. Lasciate raffreddarre, spolverizzate con lo zucchero a velo, ed il dolce è servito!

senza-titolo-1

 

Leave a Comment